Ortodonzia

L'ortodonzia (anche chiamata ortognatodonzia) è quella particolare branca dell'odontoiatria che studia le diverse anomalie della costituzione, sviluppo e posizione dei denti e delle ossa mascellari. Essa ha lo scopo di prevenire, eliminare o attenuare tali anomalie mantenendo o riportando gli organi della masticazione ed il profilo facciale nella posizione più corretta possibile. Il termine di origine greca “ortodonzia”, infatti, significa letteralmente dentatura dritta. La finalità del trattamento ortodontico è non solo quella di creare un allineamento corretto dei denti, ma anche di garantire una funzione masticatoria efficiente, e favorire, di conseguenza, la salute dei denti e di tutto l’apparato di sostegno. Inoltre, l’obiettivo principale del trattamento ortodontico è quello di migliorare l’armonia generale del volto del paziente e, soprattutto, di mantenere nel tempo i risultati raggiunti.

Cosa fa l’ortodontista

Per essere ancora più precisi, possiamo affermare che l’ortodontista, ossia il professionista che opera in questa specifica branca, ha il compito di fornire una corretta diagnosi per prevenire le malocclusioni e per effettuare, quindi, una corretta terapia dei disallineamenti dentali che alterano l’armonia estetica del volto. Inoltre, provvederà a curare tutte le disfunzioni dell’apparato masticatorio e i disturbi di crescita dei mascellari e di sviluppo della dentizione. Un trattamento ortodontico, che generalmente comporta dei tempi di cura abbastanza lunghi, non è una pratica facile da affidare a chiunque. Il professionista al quale ci si rivolge deve necessariamente possedere delle competenze specifiche in materia.

Funzionalità e articolazione temporo-mandibolare

Se i denti non combaciano bene, la mandibola subisce una modifica nel suo assetto posturale e ciò può comportare una disfunzione muscolare e articolare da cui può scaturire dolore nel distretto cranio facciale. Questo perché il combaciamento dei denti è strettamente connesso all'attività funzionale della muscolatura masticatoria e dell’articolazione temporo-mandibolare. Quindi, il trattamento ortodontico dovrà far si che tra le arcate dentarie si sviluppino rapporti sia statici che dinamici, privi di sollecitazioni dannose per le strutture articolari e per il sistema neuro-muscolare. Oggi sempre più persone desiderano avere i denti dritti, ma possibilmente senza alterare la loro estetica durante il trattamento. Quindi la loro scelta è rivolta sempre più a tecniche invisibili come Invisalign (con mascherine trasparenti) o Incongnito (tecnica linguale). In ogni caso, si tratta sempre di apparecchi, fissi o removibili, trasparenti o meno, che generano movimenti guidati dei denti, modificando le strutture scheletriche e i tessuti di sostegno del dente.

Ortodonzia invisibile INVISALIGN

Vuoi migliorare l’aspetto del tuo sorriso in pochi...

Continua a leggere

Ortodonzia linguale incognito

Il sistema “Incognito”,  è una tecnica nella...

Continua a leggere

Terapia miofunzionale

Il termine Miofunzionale letteralmente si riferisce alla...

Continua a leggere

Gnatologia e postura

Si sente parlare sempre più frequentemente di rapporti tra...

Continua a leggere

Richiedi informazioni al centro odontoiatrico

Accetto le regole sulla Privacy

Accetta   Rifiuta 

Richiedi subito un preventivo gratuito!

Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.